Aspen, legami di sangue

Share

 

15418585_1283632901700695_8901782456240717238_o

Cos’è Aspen?
Prima ancora bisogna chiedersi cosa fa.
Aspen si occupa di rappresentare le istanze multinazionali (americane per lo più) in tutto il mondo. Spinto da finanziamenti trasversali, influenza i governi nazionali, infiltrando la sua attività di lobbying in tutti i settori strategici, dall’economia alla cultura passando per la politica. Negli ultimi 10 anni, rari sono i ministri italiani che Aspen non abbia direttamente nominato o favorito.

Cos’è allora?

Aspen Institute è un think tank di proprietà di David Rockefeller con base a Washington D.C.
Lo statuto dichiara fra i suoi fini quello d’incoraggiare le “leadership illuminate” e di fare “promozione delle leadership”.
Aspen organizza riunioni blindate per gestire interessi multinazionali e ha legami coi servizi segreti.
Il CEO Walter Isaacson lavora per la propaganda statunitense dal 2001.
In Italia trovare un ministro senza legami con Aspen è quasi impossibile.
I direttori dei maggiori media nazionali partecipano alle riunioni e agli eventi organizzati da Aspen.
La promozione dello stato d’Israele è una costante della sua attività internazionale come pure i grandi giri d’affari legati alla strategia di guarra israelo-americana.
Gli ultimi governi imposti dalle banche: Letta, Monti, Renzi e Gentiloni sono legati ad Aspen e vi collaborano attivamente.

lista non esaustiva di personalità legate ad Aspen Italia

Giulio Tremonti – presidente
Giuliano Amato – presidente onorario
Gianni De Michelis – presidente onorario
Cesare Romiti – presidente onorario
Carlo Scognamiglio – presidente onorario
John Elkann – vicepresidente
Elena Zambon – vicepresidente
Paolo Savona – vicario
Marta Dassù – direttore Aspenia
Lucia Annunziata – direttore responsabile Aspenia
Adelia Lovati – direttore amministrativo
Angelo Maria Petroni – segretario generale
Giuseppe Cattaneo – consigliere del presidente
Beatrice Trussardi – presidente “amici di Aspen”
Lucio Stanca – tesoriere e presidente “Aspen junior fellows”
Mario Monti
Romano Prodi
Francesco Profumo
Luigi Abete
Sergio Berlinguer
Franco Frattini
Gianni Letta
Emma Marcegaglia
Paolo Mieli
Marco Tronchetti Provera
Francesco Starace
Domenico Cacopardo
Sabino Cassese
Gerhard Dambach
Jean-Paul Fitoussi
Marco Fortis
Gabriele Galateri di Genola
Richard Gardner
Donato lacovone
Giampiero Massolo
Enzo Moavero Milanesi
Mario Moretti Polegato
Lorenzo Ornaghi
Riccardo Perissich
Alberto Quadrio Curzio
Erwin Rauhe
Dario Rinero
Gianfelice Rocca
Nicoletta Spagnoli
Robert K. Steel
Giuliano Urbani
Giacomo Vaciago
Flavio Valeri
Giuseppe Vita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

stayhuman *